..."senza confine" tra Romagna e Marche...







Il Caffè Filosofico
parla di Libertà

ore 21 al Circoletto di Cattolica

Al “Circoletto” di Cattolica, grazie a Claudia e Diogo e al filosofo Loris Falconi, in collaborazione con la Biblioteca Comunale di Cattolica, prende vita la IV edizione del “Caffè Filosofico”.

Nei quattro incontri a cadenza settimanale a partire da Martedì 4 Febbraio alle ore 21, si affronta il grande tema filosofico-esistenziale della libertà in tutte le sue accezioni e in relazione a tante altre suggestive questioni ad essa collegate.
Il fine ultimo di ogni Caffè Filosofico, che posso dire con orgoglio di aver portato come formula per la prima volta nel riminese oramai sei anni fa, è quello di creare uno spazio aperto all’interno del quale le persone possano dialogare autenticamente tra loro, confrontarsi e condividere i vari e molteplici punti di vista emersi, sino a giungere alla sintesi finale più fruttuosa possibile.

Curiosità 

Il Caffè Filosofico nasce nel 1992, in modo del tutto spontaneo e inaspettato, presso il Café des Phares di Parigi, luogo frequentato abitualmente dal filosofo francese Marc Sautet. Fin da subito si costituisce come uno spazio libero e aperto dove persone diverse, con esperienze e visioni del mondo inevitabilmente diverse, si incontrano per condividere un’esperienza fondata sul dialogo autentico. Ciò significa essenzialmente apertura verso l’altro, capacità di ascolto e soprattutto profonda riconsiderazione e rimessa in discussione delle proprie certezze più consolidate. Ogni sera, durante il Caffè Filosofico, si può affrontare insieme un nuovo tema di discussione deciso la volta precedente dai partecipanti stessi e formulato sotto forma di domanda. Gli argomenti trattabili sono potenzialmente infiniti, sebbene siano preferibili quelli marcatamente esistenziali e intersoggettivi (tra i tanti già presi in considerazione ricordiamo la maschera sociale, il rapporto tra amore e libertà, il legame tra potere e violenza, la continua dialettica tra identità e alterità).  Il Filosofo presente al caffè avrà il compito di introdurre il tema prescelto, animare la serata e coordinare i vari interventi, sino a far sì che si possa giungere idealmente ad una sintesi finale, la quale possa rendere ragione della varietà e della ricchezza di tutte le posizioni espresse durante la serata. In conclusione, il Caffè Filosofico rappresenta un grande esperimento di democratizzazione del sapere ove, più che tendere ad una soluzione certa e indubitabile, si propone una ricerca di senso in comune, una sinergia di intenti e di interventi che possa infine condurre ad una concordanza di prospettive, armoniosamente coesistenti tra loro.

Il Circoletto – via Cattaneo – Cattolica (RN)