..."senza confine" tra Romagna e Marche...







Bandiera
Trasparente


il benessere equo e sostenibile per la qualità dell’offerta

La qualità della vita passa anche attraverso la qualità dell’aria. “Un fattore strategico per una provincia che punta alla leadership del benessere equo e sostenibile e alla crescita del turismo”, dice Matteo Ricci, Presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, ideatore della “bandiera trasparente”, una certificazione scientifica ambientale, per le località dell’entroterra contraddistinte dalla purezza e dalla salubrità dell’aria. 

Il riconoscimento scientifico, attestato da ARPAM Marche, Università degli Studi di Urbino e Servizio Ambientale della Provincia di Pesaro e Urbino, si assegna ai Comuni per i quali i punteggi degli indicatori relativi alla qualità dell’aria, ai fattori di inquinamento, alla sostenibilità ambientale, agli aspetti sanitari, all’educazione e alla promozione ambientale superano una soglia stabilita dall’apposito regolamento. Nel 2012 la bandiera trasparente è assegnata al Comune di Monte Cerignone: l’esito è arrivato dopo attente rilevazioni sulla qualità dell’ara e studi compiuti anche sui livelli di raccolta differenziata, inquinamento luminoso e acustico, polveri sottili. Carpegna già nel 2011 ha ricevuto bandiera trasparente. Sempre nel 2011, viene assegnata bandiera blu alle spiagge di Pesaro, Gabicce Mare e Fano, quali località turistiche balneari che rispettano i criteri di gestione sostenibile del territorio, mentre il Touring Club assegna bandiera arancione a Gradara, Mercatello sul Metauro e Mondavio, espressione di qualità turistico- ambientale di piccole località dell’entroterra che si distinguono per un’offerta ricettiva eccellente.

Matteo Ricci rivendica con legittimo orgoglio il primato raggiunto: “Pesaro Urbino è l’unica Provincia d’Italia ad avere 4 bandiere blu, 3 bandiere arancioni e 2 bandiere trasparenti”. Tali riconoscimenti, dati alle realtà della provincia di Pesaro- Urbino, rappresentano una connotazione qualitativa dell’offerta turistica e dunque un importante valore per il territorio in nome della qualità della vita e del benessere equo- sostenibile (BES) come sempre Matteo Ricci sottolinea. L’esempio del borgo di Monte Cerignone,tanto amato da Umberto Eco ein cui sventola bandiera trasparente, è testimonianza del “respiro” di questo terrirorio.